Sottodirectory hackerate sui siti WordPress - Esperto Semalt sulle nuove occorrenze di spam

Più recentemente, ci sono state dichiarazioni su incidenti di spam SEO, che comporta l'installazione di contenuti dannosi e sottodirectory sui siti WordPress. Spammer e hacker utilizzano questa strategia SEO black hat per abusare delle risorse e dell'archiviazione del server. Installano contenuti spam sul tuo WordPress e attivano sottodirectory dannose per infettare le tue pagine web.

Alexander Peresunko, un grande professionista di Semalt , elabora qui alcune questioni pratiche al riguardo.

I siti Web di spam promuovono regolarmente prodotti e servizi. Ad esempio, molti siti di spam sviluppano occhiali da sole e prodotti di design, attirando le persone verso i programmi di affiliazione controllati dagli hacker. Questa tecnica si distingue dagli altri programmi di hacking perché reindirizza gli utenti a collegamenti strani e dannosi. Può rovinare l'aspetto del loro sito e rubare le informazioni della loro carta di credito su Internet.

Gli hacker e gli spammer coprono i trucchi nascondendo i siti Web di spam all'interno delle sottodirectory dei siti legittimi, e la cosa più fastidiosa è che i webmaster o i proprietari di quei siti non se ne accorgano mai. Con il tempo, è diventato essenziale monitorare la sicurezza del tuo sito Web e apportare alcune modifiche ai tuoi account WordPress. Puoi utilizzare Google Search Console per scoprire se gli aggressori stanno inviando spam al tuo sito web. Gli esperti di Semalt raccomandano questo strumento ai loro clienti che desiderano migliorare la qualità del traffico web. Se vedi molte domande nella casella dei commenti del tuo sito, ci sono possibilità che tu sia vittima dell'hack SEO. Sfortunatamente, non c'è modo di diagnosticare questo problema e dovrai sviluppare un sito Web nel suo complesso.

Non dovresti mai rimanere intrappolato dagli hacker e utilizzare una varietà di modi per garantire la tua protezione e sicurezza su Internet. Nella maggior parte dei casi, gli spammer attaccano i tuoi siti attraverso script sulla porta e iniezioni di spam, che sono difficili da rilevare. Tuttavia, ci sono alcuni modi per impedire agli hacker di nascondere i loro codici nei tuoi siti WordPress legittimi.

Un'indagine di spam, chiamata come risorse del server, viene utilizzata per analizzare i casi in cui gli hacker attaccano i tuoi siti Web per trarre profitto dalle tue strategie SEO. Inoltre, sfruttano le tecniche SEO del cappello bianco che hai usato per classificare il tuo sito Web nei risultati dei motori di ricerca. A differenza dei reindirizzamenti dannosi, questo tipo di spam non può modificare l'aspetto e l'aspetto del sito Web infetto.